Un Centro Studi incentrato sul tema del federalismo ha una collocazione originale nel panorama degli istituti di ricerca in Italia, ma in sintonia con altri centri similari nel contesto internazionale. Ci occupiamo dello studio della ripartizione e del bilanciamento dei poteri, delle responsabilità e delle risorse in contesti territoriali e di governo multi-livello, tipici di molti stati e aree contemporanei.

Il Centro Studi sul Federalismo (CSF) ha progressivamente focalizzato la propria attività su un numero limitato di aree di ricerca e intervento, approfondendo alcuni temi fondamentali, a livello interno, europeo e sovranazionale:

  • federalismo interno;
  • economia e sviluppo;
  • sicurezza e difesa;
  • governo della globalizzazione.

Si tratta di aree interdipendenti e interdisciplinari, a più livelli, come illustrato nelle schede che seguono, tratte dalle Linee Programmatiche 2021, approvate il 30 ottobre 2020 dall’Assemblea dei Partecipanti (che riunisce i soci fondatori e co-fondatori del CSF).

Per un quadro d’insieme dei progetti e dell’attività del CSF si possono consultare:

Linee programmatiche 2021

Rapporto sull'attività 2019
Rapporto sull’attività 2018
Rapporto sull’attività 2017 

Le trasformazioni della società moderna, sia di natura socioeconomica che politica, hanno messo in crisi la tradizionale struttura dello Stato nazionale. Le sue competenze sono state erose verso l'alto, a favore di nuovi centri di potere internazionali e di istituzioni sovranazionali , e verso il basso, con la sempre più insistente richiesta di decentramento a favore delle comunità locali.

Tra gli obiettivi prioritari del Centro vi è lo studio di questi processi, mediante cui si intende aprire un confronto con il mondo accademico, i partiti, i sindacati, le organizzazioni imprenditoriali e di settore, la società civile, i poteri locali, le istituzioni nazionali, comunitarie e internazionali.
Sulla base di tali presupposti il Centro ha promosso, a partire dal mese di maggio del 2002, una serie di seminari e di convegni in collaborazione anche con altri enti di ricerca. La finalità è proprio quella di offrire l'occasione per un dibattito approfondito su tali tematiche, coinvolgendo anche l'opinione pubblica spesso distratta o poco informata rispetto a questi processi apparentemente lontani, ma che hanno invece una influenza diretta sulla vita dei cittadini.

Le informazioni relative alle attività precedenti sono disponibili e scaricabili nella sezione webarchiving del nostro sito

Il Centro Studi sul Federalismo organizza annualmente una “Lecture” su argomenti di attualità europea. L’iniziativa nasce dall’idea di intitolare ad Altiero Spinelli, uno dei grandi padri del federalismo europeo, una conferenza di carattere internazionale dedicata all’approfondimento di temi relativi al processo d’integrazione europea, alla percezione e al ruolo dell’Europa sulla scena mondiale. L’evento che vede la partecipazione di studiosi e intellettuali di chiara fama internazionale offre una lectio magistralis sull’Europa, cui segue la pubblicazione cartacea e online della stessa a cura del Centro Studi.
  

Altiero Spinelli (1907-1986) scrisse con Ernesto Rossi ed Eugenio Colorni il Manifesto per un’Europa libera e unita (meglio noto come Manifesto di Ventotene) durante il confino sull’isola di Ventotene. Nel 1943 fondò a Milano il Movimento Federalista Europeo (MFE) e negli anni seguenti prese parte alla fondazione dell'Unione Europea dei Federalisti (UEF). Nel dopoguerra, fu un protagonista dell’azione per il conseguimento dell’unità politica dell’Europa, dando vita a numerose iniziative volte a indirizzare il processo d’integrazione europea verso la creazione di una federazionecontinentale. Membro della Commissione di Bruxelles all’inizio degli anni Settanta (1970-1976), fece parte del primo Parlamento europeo eletto a suffragio universale nel 1979. Per dieci anni rimase uno degli attori politici principali sulla scena europea, promuovendo dall’interno dell’istituzione parlamentare europea la riforma delle istituzioni comunitarie. Spinelli fu l’artefice del Trattato di Unione europea, dalle marcate caratteristiche federali, adottato dal Parlamento europeo nel 1984. Questo progetto influenzò in maniera significativa il primo tentativo di profonda revisione dei trattati istitutivi della CEE e dell’Euratom, aprendo la strada ai successivi trattati di riforma delle istituzioni europee.

Archivio Lectures Spinelli 2005-2020

Le pubblicazioni precedenti sono disponibili e scaricabili nella sezione webarchiving del nostro sito

ISSN: 2038-0623

In questa sezione è possibile scaricare in formato pdf i paper dei progetti di ricerca del Centro Studi sul Federalismo conclusi o in corso (anche in collaborazione con altri enti).

Le pubblicazioni precedenti sono disponibili e scaricabili nella sezione webarchiving del nostro sito

I  Policy Paper del Centro Studi sul Federalismo offrono documenti, frutto di ricerche ancora in itinere, che mirano a informare e coinvolgere sia gli studiosi sia un più vasto pubblico attento ai temi oggetto di analisi, diffondendo dati, idee e proposte, stimolando il dibattito scientifico e culturale, ma anche la riflessione e il confronto a livello politico, economico e sociale. I Discussion Papers costituiscono dei lavori di ricerca ancora in fase di elaborazione con la finalità di pervenire a documenti più strutturati e completi (research papers), risultato di un approfondimento della ricerca e del dibattito intercorso, ai quali è dedicata un’altra collana sul sito istituzionale del Centro Studi. 

Le pubblicazioni precedenti sono disponibili e scaricabili nella sezione webarchiving del nostro sito



logo csf dirpolis

Questa collana di Working Paper nasce dalla collaborazione fra l'Istituto Dirpolis della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e il Centro Studi sul Federalismo di Torino su un programma di ricerca dedicato ai temi del federalismo e della Global Governance, coordinato da Federico Fabbrini, Serena Giusti e Giuseppe Martinico. 
Il programma prevede attività sia interattive (conferenze, seminari, dibattiti) sia di ricerca, che confluiscono nella CSF-SSSUP Working Paper Series.

WP_Governing_Europe
 
L’architettura istituzionale dell’Unione europea (Ue) e le differenti procedure decisionali che caratterizzano le sue politiche pongono molte domande sull’esistenza di un governo dell’Unione e sulla sua natura. Negli ultimi anni, a seguito di rilevanti cambiamenti nella struttura e negli equilibri istituzionali dell’Ue, il tema è emerso ripetutamente nel dibattito politico e accademico. 
 
Il progetto condotto dal Centro Studi sul Federalismo (CSF) e dall’ Istituto Affari Internazionali (IAI) di Roma intende analizzare l’attuale struttura del sistema di governance/governo dell’Ue nei suoi diversi ambiti: (1) sovranazionalismo e
intergovernamentalismo; (2) rappresentanza e democrazia; (3) la sfida dell’integrazione differenziata; (4) la governance economica; (5) l’Europa nel mondo. 
 
Il progetto si propone di arrivare a delle raccomandazioni politiche e istituzionali di medio-lungo periodo tese a migliorare la democraticità del sistema e l’efficacia delle procedure decisionali. 
 
I contributi di esperti nazionali e internazionali saranno pubblicati in una serie di saggi curata dal CSF e dallo IAI, e disponibile sui siti web dei due istituti. I risultati del progetto saranno presentati in un seminario a Roma e in una conferenza a Bruxelles previsti tra la fine del 2015 e l'inizio del 2016.

CSF-IAI: Progetto QFP 2021-2027

Documenti preparati nell’ambito del progetto “Quadro finanziario pluriennale 2021- 2027 e bilancio dell’Unione. Risorse, strumenti e possibili sviluppi”.

Il progetto è condotto dall’Istituto Affari Internazionali  (IAI) e dal Centro Studi sul Federalismo (CSF) nell’ambito della partnership strategica con il programma International Affairs della Compagnia di San Paolo e con il sostegno del Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale (Maeci).

I risultati del progetto sono stati presentati il 17 aprile scorso a Roma nel convegno Quali priorità per l’Europa del futuro. Il Quadro finanziario pluriennale dell’Unione europea 2021-2027, di cui è disponibile la registrazione audiovideo (si ringrazia Radio Radicale).
Centro Studi Federalismo

© 2001 - 2021 - Centro Studi sul Federalismo - Codice Fiscale 94067130016

Fondazione Compagnia San Paolo
Le attività del Centro Studi sul Federalismo sono realizzate con il sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo
Fondazione Collegio Carlo Alberto
Si ringrazia la Fondazione Collegio Carlo Alberto

Questo sito web utilizza cookie, anche di terze parti, per gestire l'autenticazione, la navigazione e altre funzionalità.